Viaggio dentro la solitudine dell’incontro

Un'esperienza di comunicazione e spiritualità attraverso tecniche di psicoterapia funzionale

A chi è rivolto >

Ad adulti che si trovano a vivere esperienze di legami interrotti, separati, spezzati, solitudine, e vogliono sperimentare una comunicazione con il profondo di sè e con l’altro con la prospettiva di ricuperare risorse e guardare in modo positivo al futuro, anche di coppia.

Il numero massimo di partecipanti è fissato a 25.

 

Quanto dura?

Sabato 25 febbraio dalle 10 alle 17,30 e domenica 26 febbraio dalle 9 alle 17

 

Chi lo tiene?

Marco Sanavio, prete diocesano e formatore

Roberta Rosin, psicologa, psicoterapeuta funzionale

 

Cosa si farà?

Fondamentalmente ci si focalizzerà su questi tre obiettivi principali

  • un lavoro esperenziale di comunicazione e comprensione di sé e delle proprie capacità, attitudini, punti di forza, importante e propedeutico per capire cosa non ci permette di vivere ed allinearci con un’altra persona
  • recuperare risorse sepolte per cercare un modo ricco e nutriente di essere al mondo
  • verificare insieme come tradurre nella vita di tutti i giorni la bellezza dello stare con l’altro

 

Quali saranno gli step che caratterizzeranno la due giorni?

1. Sentirsi

2. Capacità di percepire l’altro, comunicare con il contatto

3. Riconoscere risorse e talenti

4. Alleanza e condivisione

5. Come riconoscere l’amore e cambiare l’altro

 

E’ un’esperienza religiosa?

Si tratta di una proposta ricca di spunti di spiritualità che, a tratti, prevede anche un confronto con la Bibbia. La partecipazione è aperta a tutti.

 

Avvisi particolari?

Si partecipa con vestiti e scarpe comode. Viene richiesto di mettersi in gioco, il corpo verrà coinvolto nelle varie dimensioni sensoriali. La condivisione del pasto e lo stile conviviale potranno favorire la prossimità all’interno del gruppo, ridurre il senso di solitudine e rafforzare l’appartenenza.

 

Quanto costa e come ci si iscrive?

La quota prevista è di 85 euro che prevede il corso, i materiali, l’utilizzo dei vari ambienti di Villa La Madonnina, una semplice ristorazione nei momenti di pausa  e due pranzi completi.

Le iscrizioni vengono raccolte da Villa la Madonnina versando una caparra di 30 Euro.

E’ necessario compilare il modulo qui sotto, TUTTI I CAMPI SONO OBBLIGATORI, e attendere conferma >>

Per questo motivo i recapiti forniti devono essere validi >>

Per ulteriori chiarimenti contattare infoucs@diocesipadova.it oppure lo 049 8771759 in orari d’ufficio